VERDE ORNAMENTALE

Risultati immagini per processionaria del pinoProcessionaria del pino

Situazione attuale al 21 marzo 2017

 

La lotta alla Processionaria del pino può essere resa obbligatoria dai Servizi fitosanitari qualora fosse rilevato rischio per le piante colpite e dall'autorità sanitaria (Sindaco) qualora si evidenziassero pericoli per l'uomo o per gli animali ai sensi del D.M. 30 ottobre 2007 (che ha abrogato e sostituito il D.M. 17 aprile 1998).

Cos'è la Processionaria del pino, come vive e come si comporta

La Processionaria del Pino è un Lepidottero defogliatore che attacca tutte le specie di pino e varie specie di cedro.

L'insetto compie una generazione all'anno.

Le larve hanno abitudini gregarie e trascorrono l'inverno all'interno di un nido sericeo posto in genere all'estremità dei rami più soleggati.
Alla fine dell'inverno (febbraio-marzo) le larve riprendono l'attività trofica: è proprio in questo periodo che l'insetto (larva) provoca i danni maggiori alla chioma.
Una volta terminato lo sviluppo, le larve mature abbandonano definitivamente i nidi e scendono in processione fino al suolo, dove s'interrano per trasformarsi prima in crisalide e successivamente in adulto (farfalla).

Gli adulti sfarfallano da metà giugno a tutto agosto.

Dopo l'accoppiamento, le femmine depongono le uova in un manicotto attorno a uno o due aghi.
Le larve compaiono nella seconda metà di agosto e si spostano in gruppo per alimentarsi a spese degli aghi, costruendosi nidi sericei ove rifugiarsi.
Le larve svernanti sono molto pericolose per l'uomo, in quanto i loro peli sono urticanti e possono provocare gravi irritazioni cutanee, oculari, alle mucose e alle vie respiratorie.

Le larve sono inoltre molto pericolose per gli animali domestici.

Come si combatte la Processionaria del pino

In inverno (dicembre-gennaio-febbraio) si effettua la raccolta e distruzione dei nidi, operazioni queste da eseguirsi con la massima cautela per evitare ogni contatto con i peli urticanti delle larve.
A fine estate (fine agosto - inizio settembre) si interviene con trattamenti alla chioma con insetticida microbiologico a base di Bacillus thuringiensis. Dosi di 100-150 grammi di prodotto in 100 litri d'acqua forniscono ottimi risultati nei confronti delle larve di prima e seconda età.
Dosi superiori si rendono necessarie su larve più grosse.
I trattamenti vanno eseguiti in ore serali e in assenza di vento, avendo cura di bagnare uniformemente la chioma. In caso di grosse infestazioni o di piogge dilavanti, è bene ripetere il trattamento dopo alcuni giorni.
Mezzi complementari di lotta sono inoltre le trappole a feromoni sessuali per la cattura massale dei maschi adulti.

Il decreto di lotta prevede che in caso di presenza di nidi di Processionaria in ambiente civile venga interessato il Comune poichè, in questi casi, l'aspetto sanitario è preminente.

Per saperne di più:

- Processionaria del pino, a cura del Servizio Fitosanitario Regionale dell'Emilia-Romagna

- Per visionare i riferimenti legislativi visita la sezione "LEGISLAZIONE"

Materiale disponibile:

ULTIM'ORA & NEWS

INTERVENTI CONTRO I GIALLUMI DELLA VITE

Proposta di “Cascina Pulita s.r.l.” per la gestione delle reti sfuse per rotoballe

ARCHIVIO STORICO >

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Attraverso il decreto 21 Novembre 2016 viene concessa una proroga di 90 giorni sia  per la commerc…


Sistemi di previsione delle malattie

Sistemi di previsione delle malattie

Sono riprese le elaborazioni dei modelli previsionali per la stagione in corso.


Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Scarica l'ultimo bollettino  I numeri precedenti sono disponibili a fondo pagina Il bollettino …


I giallumi della vite

I giallumi della vite

I Giallumi della vite (dall'inglese Grapevine Yellows, GY) sono malattie dovute a fitoplasmi che si …


Interventi contro i giallumi della vite

Interventi contro i giallumi della vite

Interventi del mese di ottobre


Riconosciamo i vigneti "confusi"

Riconosciamo i vigneti "confusi"

I nostri sforzi per diminuire l’impiego di insetticidi nei vigneti hanno fino ad oggi coinvolto se…


Diario della peronospora della vite n.03

Diario della peronospora della vite n.03

  L’andamento climatico primaverile-estivo, caratterizzato da temperature superiori alla media del …


Tignoletta - Diario terza generazione

Tignoletta - Diario terza generazione

Aggiornamento del 31 agosto


Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

Gestione dei prodotti fitosanitari con imballaggio ed etichettatura DPD giacenti pressi i rivenditor…