RIFIUTI AGRICOLI

 

Raccolta differenziata dei rifiuti agricoli

Erano presenti il sindaco di Reggio Emilia Del Rio e i soggetti che hanno promosso il nuovo accordo di programma, tra i quali l'assessore all'ambiente Tutino in rappresentanza dell'Amministrazione provinciale, i funzionari di Iren Emilia che di fatto gestirà l'impianto e la sua dislocazione sul territorio, gli ingegneri bresciani, della ditta che ha costruito questo prototipo, e infine il nostro direttore Montermini del Consorzio Fitosanitario in rappresentanza del settore agricolo.



Tale piattaforma mobile per la raccolta dei rifiuti agricoli rappresenta lo strumento più flessibile per l'attuazione del quarto accordo di programma; sua caratteristica è di poter essere dislocata nelle aree più utili alle esigenze agricole, permettendo così gli agricoltori di recarvisi per smaltire correttamente la folta tipologia dei rifiuti prodotti dalle loro aziende: olii esausti, filtri usati, batterie e neon - tutti classificati come rifiuti pericolosi - ma anche altre categorie di non pericolosi come contenitori vuoti e bonificati di agrofarmaci, medicinali zootecnici scaduti e contenitori in vetro e imballaggi di carte e cartone, purché ogni singolo conferimento non superi i 30 chili o litri per evidenti limiti di capacità dell'impianto.

La struttura funzionerà con un singolo operatore che, tramite una bilancia, peserà quanto consegnato e riporrà in modo differenziato negli scomparti e contenitori di cui è composta la piattaforma, rilasciando all'agricoltore alla fine dell'operazione il certificato di avvenuto conferimento. L'autonomia energetica è garantita da pannelli fotovoltaici posti sul tetto, quindi non sarà necessario un costoso e poco pratico allaccio con la rete per il suo funzionamento. Altra novità è il collegamento GSM, questo consentirà ai sistemi informatici della municipalizzata di essere in costante contattato con la piattaforma, e di scambiare in tempo reale i dati sui conferimenti in essere.

Iren Emilia assicura che tale innovativa piattaforma sarà presto operativa sul territorio, e informerà gli agricoltori dei luoghi e dei giorni in cui sosterà, distribuiti nei 37 comuni del Reggiano di propria competenza. Sul sito web del Fitosanitario e di Iren Emilia sarà disponibile il calendario operativo.

Autore: Mirko Bacchiavini


 
Il 22 dicembre 2010 è stato siglato in provincia di Reggio Emilia il
IV "ACCORDO DI PROGRAMMA PER UNA MIGLIORE GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI" ai sensi dell'art. 206 del D.LGS 152/06 e s.m.i.


L'accordo, promosso dalla Provincia di Reggio Emilia è stato sottoscritto (vedasi PDF allegato) da Confagricoltura, dalla Federazione Provinciale Coldiretti, dall'Unione Generale Coltivatori, dalla Confederazione Italiana Agricoltori, dalla Legacoop di Reggio Emilia, dall'Unione Provinciale Cooperative Agricole, dall'UNCI - Coldiretti, dall'A.G.C.I. - Reggio Emilia, dall'Associazione Provinciale Allevatori, dal Consorzio Fitosanitario Provinciale e dai gestori Iren Emilia S.p.A. e S.A.BA.R. SpA, è in vigore dal 23 dicembre.
Per quanto riguarda l'operatività dello stesso da fine marzo è possibile aderire iscrivendosi direttamente e GRATUITAMENTE dalla sezione dedicata . Per le caratteristiche funzionali dell'accordo rimandiamo alla lettura attenta dell'allegato.
Qui ci preme evidenziare che l'adesione all'accordo è volontaria e chi vuole usufruire dei vantaggi della convenzione siglata dal Consorzio Fitosanitario Provinciale con i due Gestori, a favore di tutti i suoi Consorziati, deve sottoscrivere l'iscrizione GRATUITA, che può essere effettuata direttamente dal web o presso la propria Organizzazione di categoria. Per gli iscritti rimangono sempre a carico del Consorzio Fitosanitario Provinciale le spese di smaltimento dei rifiuti consegnati o ritirati.
L'agricoltore, per contro, può optare per un rapporto diretto col Gestore, sottoscrivendo un contratto che in questo caso è oneroso (quota iscrizione annuale di 50,00 €), come pure il costo dello smaltimento.

Rispetto al SISTRI

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3, del decreto ministeriale del 17.12.2009 esclude dalla iscrizione al SISTRI i produttori che conferiscono i propri rifiuti, previa convenzione al servizio pubblico di raccolta, anche dopo il 13.12.2011; Pertanto le aziende agricole che aderiranno all'accordo non dovranno iscriversi al "sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti" SISTRI.
Cosa importante rimane quella di non diventare produttori di "rifiuti pericolosi" ovvero sostituire la batteria dall'elettrauto, cambiare l'olio dal meccanico, bonificare i contenitori di agrofarmaci e far cambiare i neon (tubi fluorescenti) agli elettricisti.

TRASPORTO dei rifiuti

Il recente D. Lgs 205/2010 ha stabilito che per il trasporto in proprio dei rifiuti, siano essi pericolosi che non, è necessaria l'iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Abientali (ANGA) con un onere per la sola adesione di 207,24 euro e di 50 euro come importo annuale.

Pertanto, in attesa di poter CONFERIRE DIRETTAMENTE I RIFIUTI in modo GRATUITO, consigliamo lo stoccaggio provvisorio differenziato dei rifiuti in azienda. EVENTUALI novità saranno comunicate su questo sito e in comunicati stampa.

Elenco delle tipologie di rifiuti interessati dall'accordo ovvero:

Rifiuti speciali pericolosi
1. Oli esausti - Altri oli per motori, ingranaggi e lubrificazione CER 130208*;
2. filtri dell'olio CER 160107*;
3. Contenitori di agrofarmaci non bonificati o scaduti - rifiuti agrochimici contenenti sostanze pericolose CER 020108*;
4. Neon - tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio CER 200121*;

Rifiuti speciali non pericolosi
1. imballaggi in carta e cartone CER 150101;
2. Contenitori agrofarmaci bonificati - imballaggi in materiali misti CER 150106;
3. Teli di pacciamatura e imballi per rotoballe - rifiuti plastici (ad esclusione degli imballaggi) CER 020104;
4. imballaggi in vetro CER 150107
5. medicinali scaduti - medicinali diversi da quelli di cui alla voce 200131 - CER 200132
6. Batterie con peso inferiore a 30 Kg CER 160601*

Per ulteriori indicazioni, rimandiamo alla campagna di informazione che sarà effettuata in forma diretta (incontri, assemblee, mezzi di stampa, ecc.) o scritta.

Riferimenti legislativi: per visionare i riferimenti legislativi visita la sezione "LEGISLAZIONE"

Per approfondimenti:

Link disponibili:

- http://www.sabar.it/

- http://www.irenemilia.it/

Per saperne di più:

- Rifiuti agricoli 2011: nuovo accordo di programma, Rifiuti agricoli, Notiziario Fitopatologico Dicembre 2010

- Accordo di programma dei rifiuti agricoli: quali vantaggi, Rifiuti agricoli, Notiziario Fitopatologico Dicembre 2010

Materiale disponibile:

ULTIM'ORA & NEWS

Proposta di “Cascina Pulita s.r.l.” per la gestione delle reti sfuse per rotoballe

Tignoletta della vite: incontro in campo per riconoscere la terza generazione

ARCHIVIO STORICO >

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Attraverso il decreto 21 Novembre 2016 viene concessa una proroga di 90 giorni sia  per la commerc…


Sistemi di previsione delle malattie

Sistemi di previsione delle malattie

Sono riprese le elaborazioni dei modelli previsionali per la stagione in corso.


Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Scarica l'ultimo bollettino  I numeri precedenti sono disponibili a fondo pagina Il bollettino …


I giallumi della vite

I giallumi della vite

I Giallumi della vite (dall'inglese Grapevine Yellows, GY) sono malattie dovute a fitoplasmi che si …


Diario della peronospora della vite n.03

Diario della peronospora della vite n.03

  L’andamento climatico primaverile-estivo, caratterizzato da temperature superiori alla media del …


Riconosciamo i vigneti "confusi"

Riconosciamo i vigneti "confusi"

I nostri sforzi per diminuire l’impiego di insetticidi nei vigneti hanno fino ad oggi coinvolto se…


Interventi contro i giallumi della vite

Interventi contro i giallumi della vite

Interventi del mese di giugno


Tignoletta - Diario terza generazione

Tignoletta - Diario terza generazione

Aggiornamento del 31 agosto


Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

Gestione dei prodotti fitosanitari con imballaggio ed etichettatura DPD giacenti pressi i rivenditor…