INDICAZIONI DI DIFESA


  Bollettino Antiperonosporico della vite

n. 01 del 21 aprile 2017

 

Boll_1_24-25-04.jpgSi consiglia di intervenire:

-  il 24-25 aprile p.v. con prodotti a bassa dilavabilità del sottogruppo B5 (miscele varie di fosetil Al/fosfonati)
-  aggiungere antioidico sistemico (IBE e simili).

Perché

Le previsioni meteorologiche indicano per i prossimi giorni tempo stabile e soleggiato, con graduale esaurimento del flusso di aria fredda dai Balcani (causa delle gelate di questi ultimi giorni) e temperature in ripresa. Nel corso della prossima settimana, una saccatura in approfondimento dalla Scandinavia al Mediterraneo sarà la causa di un nuovo importante peggioramento del tempo che potrebbe portare piogge sulla nostra provincia a partire da mercoledì 26.

Le gelate tardive soprattutto di ieri, 20 aprile, e di stamattina hanno determinato danni variabili da lievi a gravi in molti vigneti. In qualche area, alcuni vigneti sono risultati completamente danneggiati. In quest’ultimo caso valutare l’opportunità di effettuare il trattamento consigliato, procrastinando la difesa a quando si svilupperà la nuova vegetazione.

Le piogge di sabato e martedì scorsi (15 e 18 aprile) hanno determinato quel giusto avanzamento nella germinazione della peronospora, tanto da poter considerare le prossime precipitazioni previste come probabilmente infettanti.

Pertanto, vista anche l’avanzata fase fenologica con grappolo visibile, unitamente alle caratteristiche della perturbazione che dovrebbe accompagnarci per più giorni, consigliamo un trattamento con prodotti preventivi a bassa dilavabilità del sottogruppo B5 (miscele varie di fosetil Al/fosfonato di potassio/fosfonato di disodio) quali:

  • Pronte: ametoctradin+fosfonato di potassio in “pack”, cymoxanil+fosetil Al+zoxamide, cymoxanil+fosetil Al+rame, fosetil Al+rame
  • Estemporanee: fosetil/fosfonati + prodotti di copertura gruppo A quali metiram, propineb, rameici, zoxamide).

Come antioidico si suggerisce di abbinare un preparato sistemico da scegliere tra gli IBE (difenconazolo, fenbuconazolo, miclobutanil+zolfo, penconazolo+zolfo, propiconazolo, tetraconazolo o tetraconazolo+zolfo) o simili (bupirimate e spiroxamina), in modo da proteggere la vite con una specialità di pari persistenza d’azione.

Reggio Emilia, 21 aprile 2017

Consulta le novità del bollettino antiperonosporico 2017

Foglio di calcolo dei quantitativi di rame applicati


diario.jpg

 

 Diario della Peronospora n. 1 del 13 aprile 2017



Un mese di marzo e un inizio aprile particolarmente caldi, con temperature medie superiori a quelle del periodo, hanno determinato un risveglio vegetativo precoce. Infatti, la vite ha raggiunto un minimo di recettività della vegetazione alla peronospora pressoché ovunque, in funzione della varietà, delle condizioni pedologiche, ecc.

Un inverno e un inizio primavera particolarmente siccitosi (piovosità media di marzo di 10 mm e inferiore al mm per questa prima parte di aprile) hanno determinato un ritardo nella maturazione delle oospore della peronospora rispetto all’anno scorso. Anche i modelli previsionali segnalano un basso rischio d’infezione.

Al momento, le previsioni meteorologiche segnalano per sabato 15 aprile la possibilità di temporali e rovesci nella seconda parte del giorno, con un’intensità di circa 3-6 mm nelle aree di pianura e pedecollina. A seguire rapido ritorno a cieli sereni o poco nuvolosi.

Pertanto, in ragione delle condizioni esposte, non si ritiene ad oggi necessario iniziare la difesa antiperonosporica.

Diversa è la situazione per la difesa antioidica. Infatti, da questa fase, piogge superiori o uguali ai 2,5 mm con temperature superiori o uguali ai 10°C potranno dar luogo ad infezioni ascosporiche. Pertanto, nei vigneti solitamente colpiti o con varietà particolarmente sensibili, in attesa dell’inizio della difesa antiperonosporica, valutare un intervento con zolfo, fermo restando la previsione di pioggia.

Reggio Emilia, 13 aprile 2017

ULTIM'ORA & NEWS

Danni da gelate

Convegno 3 marzo - atti

ARCHIVIO STORICO >

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Decreto glifosate: revoche e restrizioni

Attraverso il decreto 21 Novembre 2016 viene concessa una proroga di 90 giorni sia  per la commerc…


Sistemi di previsione delle malattie

Sistemi di previsione delle malattie

Sono riprese le elaborazioni dei modelli previsionali per la stagione in corso.


Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Bollettino del Territorio Provinciale di Reggio Emilia

Scarica l'ultimo bollettino  I numeri precedenti sono disponibili a fondo pagina Il bollettino …


I giallumi della vite

I giallumi della vite

I Giallumi della vite (dall'inglese Grapevine Yellows, GY) sono malattie dovute a fitoplasmi che si …


Bollettino antiperonosporico della vite n.01

Bollettino antiperonosporico della vite n.01

  Si consiglia di intervenire: -  il 24-25 aprile p.v. con prodotti a bassa dilavabilità del sotto…


Riconosciamo i vigneti "confusi"

Riconosciamo i vigneti "confusi"

I nostri sforzi per diminuire l’impiego di insetticidi nei vigneti hanno fino ad oggi coinvolto se…


Tignoletta - Diario prima generazione

Tignoletta - Diario prima generazione

Aggiornamento del 27 aprile


Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

Banca dati dei prodotti commerciali per la viticoltura

 WORK IN PROGRESS (AGGIORNAMENTO DEL 3 APRILE 2017) NOTA PER TUTTI I PRODOTTI INSERITI NELLE BAN…


Il pacchetto dei supporti al bollettino antiperonosporico disponibile sul web - 2017

Il pacchetto dei supporti al bollettino antiperonosporico disponibile sul web - 2017

La “Banca dati degli antiperonosporici verdi, blu e lilla” Dal 2013, anno di nascita del nuovo boll…